nav-left cat-right
cat-right
www.laparrocchiainforma.net | Parrocchie di Giovenzano e Vellezzo Bellini (PV)

Con gioia accogliamo la notizia che Daniele, il nostro seminarista, diventerà lettore…

Con gioia accogliamo la notizia che Daniele, il nostro seminarista, diventerà lettore nelle prossime settimane. Assicuriamo preghiera ed amicizia. Fin da ora, in accordo con i superiori del seminario, la nostra parrocchia sarà presente alla celebrazione con una piccola rappresentanza.
I dettagli verranno definiti in prossimità della data.

Carissimi,

con grande gioia vi annuncio che Giovedì 10 Dicembre sarò istituito lettore durante la celebrazione Eucaristica che si svolgerà presso la Chiesa maggiore del Seminario Vescovile di Pavia, presieduta dal nostro Vescovo Mons. Corrado Sanguineti.
Quello del “lettorato” e un ministero, cioè un servizio: nella Chiesa-comunione, ogni “pietra vivente” concorre con il suo specifico alla costruzione del Regno di Dio già a partire da questa terra.

In particolare «il Lettore e istituito per l’ufficio, a lui proprio, di leggere la parola di Dio nell’assemblea liturgica. Pertanto, nella Messa e nelle altre azioni sacre spetta a lui proclamare le letture della Sacra Scrittura, recitare il salmo interlezionale; quando non sono disponibili ne il Diacono ne il cantore, enunciare le intenzioni della preghiera universale dei fedeli; dirigere il canto e guidare la partecipazione del popolo fedele; istruire i fedeli a ricevere degnamente i Sacramenti.

Egli potrà anche – se sarà necessario – curare la preparazione degli altri fedeli, i quali, per incarico temporaneo, devono leggere la Sacra Scrittura nelle azioni liturgiche.

Affinché poi adempia con maggiore dignità e perfezione questi uffici, procuri di meditare assiduamente la Sacra Scrittura. Il Lettore, sentendo la responsabilità dell’ufficio ricevuto, si adoperi in ogni modo e si valga dei mezzi opportuni per acquistare ogni giorno più pienamente il soave e vivo amore e la conoscenza della Sacra Scrittura, onde divenire un più perfetto discepolo del Signore.» (PAOLO VI, Ministeria quædam, V).

Ecco, carissimi, ciò che tra pochi giorni mi appresto ad accogliere come proposta di vita, che per me prende forma dall’interno della più ampia chiamata al ministero sacerdotale in questa nostra Chiesa di Pavia: sarò costituito nel ministero di lettore di quella Parola di Dio che si dona a ciascuno di noi nelle pagine della Bibbia, che appunto viene letta nelle nostre liturgie; ma accogliendo il ministero di lettore soprattutto accetto di “lasciarmi leggere” da Dio, ed esercitando questo ministero a servizio degli altri, estendo loro l’invito a “lasciarsi leggere” da Dio, insieme con me.

Nello stesso tempo la Parola Dio, proclamata nella liturgia fa di noi, tutti insieme, una vera comunità: la sua Chiesa, la sua famiglia.

Non siamo più tanti individui isolati, ma una comunità che si raccoglie e si forma anzitutto mettendosi in ascolto di Dio e dell’unico Maestro che ci ha dato, il suo Figlio Gesù: il servizio del lettore ci aiuta a fare questo, aiuta i discepoli di Gesù a unirsi nell’ascolto di Lui che ci parla, attraverso la voce di chi legge.

Affinché Dio mi doni questa grazia e faccia di me un lettore degno e appassionato, fedele alla sua Parola, ho bisogno ancora una volta del Vostro aiuto e sostegno nella preghiera.

Vi chiedo di pregare per me, perché nella Parola di Dio io possa sempre riconoscermi amato e chiamato dal Signore, e perché intorno ad essa possa degnamente raccogliere Voi, amici e fratelli carissimi: famiglia di Dio, comunità che, come Maria, accoglie la Parola, la custodisce nel cuore e la testimonia in tutta la sua vita.

Daniele

-

Nota: i commenti saranno visibili solo dopo l'approvazione di un amministratore del sito.

-

Scrivi una risposta

*